Back to Question Center
0

Semalt presenta i principali tipi di filtri di Google Analytics

1 answers:

I filtri di Google Analytics sono un modo eccellente per modificare e modificare i dati all'interno di tutte le visualizzazioni di pagina del tuo sito web. Possono essere utilizzati per includere ed escludere informazioni e per apportare modifiche effettive al modo in cui i dati saranno visualizzati nei rapporti di Google Analytics. Inoltre, i filtri ci aiutano a trasformare le informazioni in modo che la loro forma grezza sia cambiata nella forma allineata e arrivi alle aspettative degli utenti - royal blue tight dress. Di conseguenza, hai molte opportunità per far crescere la tua attività su Internet e Google Analytics può applicare filtri dalla visualizzazione di una pagina a un'altra in modo che la frequenza di rimbalzo del tuo sito diminuisca notevolmente. Una volta che i dati sono stati completamente elaborati, puoi visualizzare i risultati finali nei rapporti dell'interfaccia utente del tuo account Google Analytics.

Ivan Konovalov, il Semalt Customer Success Manager, descrive sotto i principali tipi di filtri di Google Analytics:

Filtro Spambot

La prima categoria è il filtro spambot. È il tipo più fantastico e incredibile, ed è facile controllare nella pagina Visualizza impostazioni. Per questo, dovresti visitare la sezione di amministrazione e cercare l'opzione Filtro Bot. Fare clic su quell'opzione e creare filtri per tutti gli indirizzi IP sospetti. Assicurati di liberarti degli spider e dei robot usando questa opzione e seleziona la casella Attiva prima di chiudere la finestra. I filtri spambot ti aiutano a sbarazzarti di bot e spider e assicurano la qualità del tuo traffico sul sito web .

Escludi IP interni

Un'altra opzione è che dovresti escludere gli IP interni e tutti quegli indirizzi IP che ti sembrano sospetti, operazione che può essere eseguita dal tuo account Google Analytics. Vai all'account e apri le Impostazioni vista opzione Qui vedrai l'opzione Crea filtro che devi cliccare per creare nuovi filtri per il tuo sito.

Innanzitutto, devi decidere se stai cercando di creare nuovi filtri o se vuoi applicare i filtri precedenti al tuo sito. Una volta deciso, l'opzione successiva è avere un numero sufficiente di filtri e applicarli a quante più pagine possibile. Fai clic sull'opzione Seleziona dopo aver creato i filtri ed è ora di applicarli al tuo sito. Nel frattempo, è importante conoscere la differenza tra filtri predefiniti e filtri personalizzati. Per facilità, vorremmo dire che i filtri preimpostati sono i tipi specifici di modelli che è possibile utilizzare per creare automaticamente i filtri. D'altra parte, i filtri personalizzati consentono di personalizzare e modificare le impostazioni dei filtri prima che vengano attivati.

Forza ogni URL in minuscolo

È un passo importante e non dovrebbe essere ignorato ad ogni costo. Dovresti forzare gli URL da maiuscole a minuscole e modificare le loro impostazioni secondo le regole e i regolamenti di Google Analytics. Se disponi di molte pagine con URL diversi, devi convertirle in minuscole il prima possibile. Non lasciarli mostrare nei risultati del motore di ricerca fino a quando non li hai in minuscolo .

Considerazioni finali

Dopo aver regolato le impostazioni sopra e applicato i filtri di conseguenza, la qualità del traffico del tuo sito web inizierà a migliorare. I filtri dovrebbero essere implementati sul sito solo quando vengono colpiti da indirizzi IP sospetti o anonimi. Altrimenti, non è necessario attivare questi filtri.

November 24, 2017