Back to Question Center
0

Semalt: suggerimenti per lo sviluppo di plugin WordPress

1 answers:

I plugin sono codici che possono essere installati in WordPress e hanno la capacità di estendere ed espandere la funzionalità di un sito. Permette questo funzionamento senza la necessità di hacking del codice principale. Permette l'aggiunta di funzionalità che possono integrare i tag Facebook Open Graph e Hotmail.

Frank Abagnale, uno dei migliori esperti di Semalt , si concentra qui su una pratica avvincente a questo riguardo.

Creazione di un plugin

Il primo passo è creare una nuova cartella in WordPress a questo link "wp-content / plugins /" seguito dalla creazione di una cartella e dal nome "my-facebook-tags" - boat blu book value. Il nome della cartella del plugin è anche noto come slug del plugin che dovrebbe essere unico e può essere ottenuto effettuando una ricerca su Google.

Il prossimo passo è creare una cartella nella cartella di Facebook e nominarla "my-facebook-tags.p" p ". Il codice seguente dovrebbe essere incollato all'interno del file principale del plugin.

Dopo la creazione del plugin, è necessario creare un hook in un tema chiamato "wp_head ()". Esistono due tipi di hook, ovvero azioni e filtri. La differenza tra azioni e filtri è che le azioni operano quando un gancio è stato rilevato da WordPress mentre i filtri modificano i bit di dati. Per completare il plugin, è necessario aggiungere i meta tag di facebook usando il hook wp_head usando il seguente codice

È necessario scegliere il gancio giusto da usare in una trama.

Filtri

Come accennato in precedenza, i filtri sono usati per modificare i bit. È quindi possibile modificare un messaggio di errore che si verifica quando è stata immessa una password errata. Ad esempio, quando è stata inserita una password errata per www. example.com/wp-admin, il messaggio di errore può essere rimosso inserendo i dati filtrati. Ad esempio nel seguente caso

Il filtro è "login_errors". Il messaggio di errore viene rimosso inserendo i dati filtrati.

Gli script e gli stili possono essere aggiunti accodando. Un esempio è l'aggiunta di un font Google che è una forma di un foglio di stile. È illustrato di seguito;

Le risorse possono essere caricate e archiviate nel plugin usando l'accodamento come mostrato di seguito.

Creazione di una pagina per le impostazioni del plugin

Ci sono diversi modi per creare una pagina ma la più raccomandata è l'approccio orientato agli oggetti. Il primo passo è creare un menu in cui è possibile inserire le impostazioni dell'interfaccia utente. "Add_menu_page ()" è più adatto per creare il menu superiore a causa dei seguenti motivi: titolo della pagina, titolo del menu, capacità, menu slug, funzione, icona e posizione. Le impostazioni dovrebbero quindi essere registrate. Ad esempio, se desideriamo registrare le impostazioni per un contabile, seguiamo la seguente procedura.

Il passo successivo è creare un modulo che sarà responsabile della visualizzazione dell'interfaccia utente. Questo codice mostrato di seguito dovrebbe essere incollato all'interno del campo "my_plugin_settings_page ()".

Devono essere prese le seguenti precauzioni

Dovrebbe essere utilizzato "settings_fields ()" e il primo parametro aggiunto come gruppo di opzioni. E i nomi usati nei parametri dovrebbero essere usati nel campo dei nomi delle opzioni. La funzione "get_option ()" dovrebbe essere usata per prendere il valore di un campo e piazzato come primo parametro nel campo del nome dell'opzione. Il modulo delle impostazioni creato dovrebbe assomigliare alla figura mostrata di seguito.

Sebbene non sia necessario abilitare le traduzioni, può essere utile a volte. Le traduzioni sono abilitate usando la seguente procedura. Il seguente dovrebbe essere usato per avvolgere il testo ogni volta che ci sono istanze di emissione di "__ () function" o "_e () function".

November 26, 2017